Affidamenti diurni

Affidamenti diurni

Che cos’è?

L’affidamento diurno è un servizio di sostegno alla persona disabile e a supporto del suo nucleo familiare. L’intervento è prestato da una persona (affidatario) o nucleo familiare (famiglia affidataria) selezionati dai servizi, ma anche proposti dalla famiglia. La persona/famiglia deve essere disponibile a prestare assistenza, compagnia e favorire la socializzazione.

Si attua prevalentemente a domicilio ma, possono essere individuati spazi esterni nei quali affidatario e affidato svolgono le attività definite nel progetto individualizzato.

L’affidamento Diurno non comporta la convivenza, l’affidatario trascorre presso l’affidato parte della giornata per alcuni o tutti i giorni della settimana in base al progetto predisposto dal servizio sociale.

L’affidamento può essere effettuato unicamente in presenza del consenso espresso dall’interessato se capace di intendere e volere o dal suo Tutore/Amministratore di sostegno.

L’affidamento non si connota come un rapporto di lavoro, neanche di tipo temporaneo e/o a tempo parziale; è previsto per l’affidatario un contributo economico e la copertura assicurativa.

Come si accede?

L’accesso al servizio, destinato alle persone disabili infra ed ultra diciottenni, residenti nel territorio del Consorzio, può avvenire su:

·         richiesta degli interessati, dei rispettivi familiari, dei Tutori/Amministratori di sostegno ai Servizi sociali territoriali;

·         proposta del Servizio sociale, nell’ambito di un progetto personalizzato di aiuto.

Da quando decorre?

La prestazione decorre dalla firma dell’accordo formale tra l’interessato/Tutore/Amministratore di sostegno, i familiari, i servizi sociali e l’affidatario o la famiglia affidataria.

Quanto dura?

In base al progetto individuale.

Quanto costa?

Il servizio è gratuito.

Cerca

ReI-Reddito d’inclusione

GENITORI IMPERFETTI CERCASI

Servizio di mediazione familiare

Home Care Premium

WE.CA.RE: Welfare Cantiere Regionale – Strategia di innovazione Sociale della Regione Piemonte

Progetto SPRAR

CHIAMAMI PER NOME

Reddito di Cittadinanza

Privacy